L’arte di saper rileggere

Il mercato del libro da diversi anni è diventato bulimico. Tutti possono pubblicare e molti lo fanno. Ci sono certamente dei grossi pregi, ma anche dei grossi difetti e limiti.

Una volta un libro restava sugli scaffali o sui carrelli delle novità di una libreria almeno due o tre mesi. Oggi se tutto va bene ci resta due settimane. Sono troppe le novità prodotte ogni giorno e troppe le copie mandate nelle librerie con ordini centralizzati. Troppi poi sono i titoli ovviamente mandati in resa e spesso al macero. Bulimia editoriale, ma ne parleremo approfonditamente in un altro post dedicato.

Questo male, che sta uccidendo le libreria sta anche causando un forte abbassamento della qualità degli scritti e quindi anche della cultura di chi legge. Spesso diviene davvero difficile saper trovare il titolo giusto e il libro giusto, quello che ci sappia emozionare e lasciare il segno dentro. I libri che in qualche modo possono cambiare sul serio la vita del lettore. Ecco che in questo campo può venire in aiuto la figura dell’ottimo libraio o dell’ottimo Biblioterapista.

Spesso poi gli stessi lettori sono vittime di questa bulimia editoriale, per cui se non leggono qualcosa di nuovo, se non acquistano, si sentono un pò mancanti di qualcosa. Abbiamo smarrito quell’antica arte – insegnata secoli fa soprattutto nei monasteri a cui dobbiamo molto dei libri tramandati – della rilettura.

Un libro parla sempre e lo fa sempre in modo diverso, perché diverso è il nostro approccio a lui, diverso è il nostro stato interiore, diversa è la nostra attenzione al testo. Un libro dice sempre cose nuove perché è sempre ricco di tanti significati che vanno scoperti di volta in volta.

Un buon libro va sempre riletto e chi ha l’abitudine di sottolineare le frasi che più lo colpiscono, può sicuramente notare quando nella rilettura ne sottolinerà altre, di nuove oppure si stupirà di quelle che aveva sottolineato, chiedendosi il perché, ricordando, conoscendosi meglio.

Nella rilettura di un buon libro, di un buon romanzo noi passiamo dall’attenzione al “cosa” all’attenzione al “come” e al “perché” comprendendo meglio sia il messaggio profondo che l’autore vuole trasmetterci, sia comprendendo meglio noi stessi. E’ un uso terapeutico potente e molto economico.

Ecco i libri buoni, di qualità servono anche a questo: conoscersi, rileggersi, approfondire il contatto interiore con se stessi. Sono come quei vini ottimi e quelle amicizie speciali: migliorano col tempo.

Alessandro Lauro

Annunci

2 thoughts on “L’arte di saper rileggere

    • Ciao Anna e grazie per il commento.
      Dalla postazione in cui sono mi risulta un po’ difficile scrivere e quindi provo ad abbozzare qui qualcosa e poi – su tua sollecitazione farò un post più dettagliato.

      Personalmente rileggerei:

      l’Idiota di Dostoevskij

      I Fratelli Karamazov di Dostoevskij

      Orgoglio e Pregiudizio di Jane Austen

      un piccolo gioiellino quale “le botteghe color cannella” di Schultz

      I libri di David Foster Wallace

      quasi tutti i libri di Erri De Luca

      molto bello anche Il signore delle mosche di William Golding

      La fattoria degli animali di Orwell

      Personalmente includerei anche la trilogia de “Il signore degli anelli” (ma è gusto mio personale)

      Non posso non citare “Il piccolo principe”

      e ovviamente una buona dose dei classici, che come diceva il buon Calvino “sono libri che non smettono mai di parlarci”.

      Prometto però di scrivere un post molto più dettagliato, visto al mia difficoltà al momento nel risponderti.
      Grazie ancora

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...