IL VALORE DI UN PRODOTTO

Il Natale si avvicina con tutti i suoi riti belli e brutti, a seconda degli stati d’animo delle persone. E’ questo anche il tempo in cui le librerie lavorano (dovrebbero) lavorare molto di più. A Natale un libro non lo … Continua a leggere

“L’Utilità dell’inutile”

ordine

Oggi suggerisco a tutti la lettura di questo splendido gioiellino di Nuccio Ordine “L’utilità dell’inutile” ed. Bompiani costo 10 euro.  Una volta letto questo libro si esce persone migliori, con un animo più leggero e più convinto della strada da percorrere per uscire da questa crisi di valori e di generazioni.

E’ davvero un piccolo gioiello, anche comodo da portare con se perché di dimensioni piccole. L’ho lettore – ammetto -riletto in due settimane. Si legge molto facilmente ma i contenuti sono molto densi (per questo va riletto anche più di una volta). E’ una difesa del professor Ordine, della letteratura, dell’arte, della musica e della ricerca scientifica staccata dall’utilità e dall’utilità del guadagno.

Ordine infatti ci fa attraversare con grande maestria l’arco dei secoli della nostra cultura e ci mostra come le grandi scoperte scientifiche, matematiche, e anche come la grande letteratura di ogni tempo sia stata partorita con il “semplice” scopo della curiosità e della passione dei singoli autori, scienziati, artisti che altro non avevano in mente che seguire la propria passione interiore. Il proprio Daimon direbbe James Hillman.

Interessante poi è l’uscita di questo libro. In un momento di crisi economica (ma la crisi è profonda ed ha ben altre radici) dove la priorità sembrerebbe dover essere data al cibo o al mettere insieme il pranzo con la cena e al rilancio dell’economia, questo libricino prezioso ci ricorda che prima dell’utilità monetaria viene quell’utilità “inutile” che è il sapere umano che può formare donne e uomini saldi ed integri interiormente.

Sembra un ossimoro o un percorso poco inutile e sganciato dalla realtà, ma invece è di estrema logicità, attualissimo e soprattutto urgente.

Strepitosa poi è l’appendice che il professor Ordine che messo al suo libro. Una conferenza di Abrahm Flexter del 1939 dal titolo “L’utilità del sapere inutile”. Una disamina e un logicissimo percorso alla scoperta delle radici degli attuali traguardi sceintifici e tecnologici.

Lascio a voi la scoperta di tali radici. Non mancheranno piacevoli sorprese.

Alessandro Lauro

Pubblicità