il Censis, la solitudine e i libri

Il 48esimo rapporto del Censis sul nostro Paese fa emergere delle situazioni che meriterebbero una maggiore attenzione e riflessione da parte di tutti e delle autorità preposte all’educazione. Colpisce infatti l’analisi che porta l’attenzione – partendo dal dilagare del fenomeno … Continua a leggere

Effetti positivi della Biblioterapia

E’ inutile negarlo. La società che viviamo, nonostante sia zeppa di social network, è altrettanto intasata di solitudini. Un paradosso forse, oppure una reazione “normale” dovuta alla socializzazione virtuale. Saranno i sociologi a dircelo e spiegarcelo e magari leggere anche ottimi libri a riguardo. Credo che Bauman abbia anche già scritto qualcosa a proposito.

Non volendo fare nessuna demonizzazione dei mezzi di comunicazione e dei social – del resto ne sto usando uno proprio adesso – va detto che l’aspetto umano e la relazione faccia a faccia resta sempre l’obiettivo primario irrinunciabile. L’amicizia non può essere solo virtuale, e gli incontri non possono essere solo online.

Uno dei mezzi oggi che abbiamo a disposizione per ritrovare una sana socialità e una sana e costruttiva forma di socializzazione a costi molto contenuti, sono i libri.

E’ vero, come sostiene Bloom nel suo “Come leggere un libro. E perchè” che la lettura resta un piacere solitario, ma la condivisione di una lettura, o la condivisione di un percorso fatto con pezzi di romanzo, poesie o saggi può essere una validissima occasione per lasciare il virtuale e la solitudine della propria stanza, per incontrare altre persone.

Nella mia esperienza di Biblioterapia letteraria, questo è uno degli aspetti più belli. Si incontrano persone della stessa città, magari dello stesso quartiere che però tra loro non si conoscevano.

Possono nascere delle amicizie, un arricchimento maggiore, a volte anche degli amori. Ma soprattutto si cresce umanamente. Si esce dalla solitudine, si aprono diastasi di speranza. Certe paure vengono relativizzate, ci si sente meno soli. Nonostante l’era dei social

IL VALORE DI UN PRODOTTO

Il Natale si avvicina con tutti i suoi riti belli e brutti, a seconda degli stati d’animo delle persone. E’ questo anche il tempo in cui le librerie lavorano (dovrebbero) lavorare molto di più. A Natale un libro non lo … Continua a leggere